In un’epoca dove le aziende e l’economia hanno sempre più spesso un carattere sovranazionale, uno degli ambiti dove è utile e necessario avere una burocrazia europa è sicuramente quello della tutela dei consumatori. Stavolta è il turno dei produttori di autocarri, multati con una multa complessiva di circa tre miliardi di euro.

Tre le accuse principali: “alterazione dei prezzi di vendita, diversi tempi di rispetto alle regole europee, trasferimento dei costi di produzione sul cliente”. In pratica gli imprenditori che hanno comprato camion per le proprie aziende hanno pagato più del dovuto. Da oggi, si spera, non sarà più così.

I dettagli su La Stampa del 19/07/2016.